Seconda riunione per il regolamento del Pollaio – 23/03/17

Inaspettatamente dopo due settimane Guolo ha fissato un nuovo incontro inviando una mail tramite Fabiola Pasin con in allegato la Relazione sulla Sicurezza nominata nella scorsa riunione e una nuova bozza di Regolamento in cui le modifiche erano però minime.

La riunione si è svolta in presenza del dirigente Grappeggia, due tecnici amministrativi (Fabiola e una nuova Mariachiara) e per una parte della riunione c’era il Prorettore Guolo. Per il fronte Pollaio erano presenti tre polli (Grim, Jacopo e Sbri), Riccardo Costa come Presidente del Cds, i due rappresentanti Bean e Michielan che hanno seguito la vicenda sin dagli albori.

È stato un incontro tranquillo visto che le linee “politiche” erano già state discusse la volta precedente, si è cercato di attenersi alla semplice modifica e discussione di alcuni punti del regolamento e delle Norme di Comportamento.
Dunque andando più nello specifico:

  • Comitato di Autogestione: verrà inserito un limite entro cui il CdS dovrebbe nominare il Comitato e questo può avere tutti i membri che vogliamo.
  • Orari e autogestione: nell’ultima formulazione del regolamento sembrava che  l’autogestione si limitasse a gestire la biblioteca/emeroteca durante il giorno ed erano fissati gli orari di apertura dell’aula. Hanno acconsentito a non inserire la frase sulla biblioteca (lasciando aperte le attività svolte come autogestione) e una formulazione più flessibile per gli orari mantenendo come fascia massima 8,30 – 1,00 in tutti i giorni dell’anno e concordare di volta in volta quelli delle festività.
  • Utenti esterni: abbiamo fatto presente che essendo una sede distaccata della biblioteca di fisica con orari ufficiali fino alle 1.00, fosse il caso di permettere l’accesso agli utenti in possesso della tessera SBA. Non hanno obiettato, ma hanno detto che dovrebbero comunque fare delle verifiche. Quindi abbiamo chiesto di riformulare in modo da permettere anche l’accesso ad utenti aventi il diritto rimandando la discussione su chi dovrebbero essere in una sede differente.
  • Armadietti: nella loro proposta di regolamento gli armadietti sarebbero ad uso giornaliero e andrebbero svuotati la sera, noi abbiamo esposto il nostro modo di gestire l’assegnazione degli armadietti portando anche l’esempio del Dipartimento di Chimica che ha stilato un regolamento sul modello del nostro. Siamo riusciti a convincerli, ma hanno voluto ribadire che non bisogna coprire il vetro degli armadietti con fogli così da poter verificare che vi sia solo materiale didattico e affini.
  • Mangiare in Acquario: l’unica discussione che c’è stata era su questo punto tra noi e Grappeggia perché Guolo aveva un impegno. Abbiamo cercato di spiegare l’importanza che ha per noi mangiare qui e lui continuava a dirci che era d’accordo ma si confondeva un po’ con il punto successivo in cui si dice che non si può cucinare con elettrodomestici vari. Abbiamo capito che forse il problema era la concezione nostra e loro di “pasto” perché continuava a dire che si può mangiare il panino, l’insalata o il cous cous nel tupperware ma non si può fare un pasto. Lui non se l’è sentita di dirci che elimineranno quel punto poiché è una sezione interna della Relazione sulla Sicurezza e quindi dovremmo parlare con la responsabile.

Ci siamo lasciati con la promessa di chiudere rapidamente la questione, quindi loro ci manderanno tra circa una settimana una nuova bozza di Regolamento, sperando che questa volta lo modifichino davvero.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *